BUTES
IL CALIDRINO

Il Padulo ~ Ode all’Uccello nazionale

Bandiera italiana con uccello padulo

Tra le maglie dei decreti

Nelle more dei divieti

Tra i vocaboli desueti

Vola il Padulo

 

Quando il popolo s’inquieti

Per l’accrocchio di pianeti

Per la fame o le autoreti

Ecco s’invola il Padulo

 

«State buoni, state quieti,

non siam certo analfabeti,

una legge e due decreti,

non ci sono segreti!»

Suona il verso del Padulo.

 

Oh Padulo Padulo

Chi ti ode aderisce alle pareti

Stretti i glutei come ferrei magneti.

Eppur si sa che, per ben che si profeti,

A te sarà da offrire alcun’ didietri

 

Alte son le virtù

Alto l’ingegno

Nobili i propositi e gli intenti

dell’ardo impegno

che fe’ d’Italia terra di portenti.

Ma ancor più alto svetta il Padulo,

e con parabola che più non si tenti.

 

Par che vada a destra, e inve’ è sinistra

Par che voli basso e inve’ s’impenna

Ma se pieghi alla finestra

per raccogliere la penna,

Ecco t’incula!

 

Oh Padulo Padulo,

tra tutti gli augelli il più agile e funesto.

Mai figura certa si fa del tuo volteggio

che agli stolti par cazzeggio, ma al più presto

ti si intrufola nel culo.

 

Augello audace il Padulo,

simbolo di Patrio orgoglio

che dico? orgoglione

che tutte le virtù della Nazione

vigila e protegge acuto, anzi a’culo.

 

(Gianluca Galante, aprile 2020, uncategorized)

2020-07-05T11:23:25+00:00 5 luglio 2020|

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi